H.B.R.T.

Nell’estate del 2017 PaLEoS ha vinto il bando europeo Open Maker, ottenendo un finanziamento a fondo perduto per lo sviluppo di un prototipo di STEM toy interattivo, in collaborazione con l’azienda toscana Edison Giocattoli. Il progetto prende il nome di How to Be a Robot Trainer (H.B.R.T), ovvero, come diventare addestratore di robot.

H.B.R.T.: How To Be a Robot Trainer

L’obiettivo del progetto è realizzare il prototipo di un robot di nuova generazione, che introduca in modo gentile il tema dell’AI (Artificial Intelligence) e del machine learning nelle attività di robotica educativa.
Il robot agirà in modalità unplugged (senza connessioni wireless con web, tablet ecc.) e non dovrà essere programmato, ma piuttosto addestrato dal bambino utente, proprio come farebbe con un piccolo animale domestico.
Alla base della nostra scelta di creare un robot ad apprendimento automatico, sta una riflessione su quale sarà il il futuro degli algoritmi, come delineato nel libro “The Nature of Code” di Daniel Shiffman in cui si applicano le proprietà evoluzionistiche della natura al software: la nostra ampia esperienza sulla didattica STEAM (Science Technology Engineering Mathematics), associata alla ricerca sul tema della programmazione, ci induce a supporre, infatti, che i tradizionali approcci, basati sul coding come metodo e come attività ludica e sul pensiero computazionale siano in via di superamento.

HBRT prototipo 1

Un robot da educare

Il bambino, giocando con il robot (che ha un repertorio di comportamenti di base), lo osserverà e cercherà, in modo intuitivo, di capire come educarlo, rinforzando determinati comportamenti e scoraggiandone altri.
Il robot apprenderà, così, in modo naturale all’interno dell’interazione con il bambino e non sarà necessario programmarlo con linguaggi testuali o a blocchetti.
Lo scopo del nostro giocattolo STEAM è anche quello di avvicinare il giovane utente al mondo del lavoro di domani, che richiederà sempre di più figure specializzate nell’addestramento di robot umanoidi impiegati nelle catene di montaggio industriali. Ne è un esempio l’impresa statunitense Rethink Robotics, che sviluppa soluzioni collaborative per applicare la robotica all’industria manifatturiera e che ha nel suo organico il Technical Robot Trainer.

 

HBRT prototipo 2

 

2018-10-31T09:16:50+00:0018 maggio 2018|aziende, ricerca e sviluppo|

Scrivi un commento