Matematica: cinque sussidi didattici da stampare in 3D

La stampante 3D a scuola è un’ottima risorsa da impiegare per costruire, all’occorrenza, materiali e sussidi didattici per l’insegnamento delle materie STEAM (Science, Technology, Engineering, Art, Mathematics), come abbiamo già raccontato in questo articolo.
Il vantaggio principale dell’impiego di questa tecnologia per tali scopi è dato dalla possibilità di archiviare il modello digitale creato per poterlo utilizzare successivamente, modificare, migliorare, condividere con altre classi e (persino) istituti scolastici.

Un supporto concreto alla didattica

Molto spesso, infatti, quando ci si trova ad insegnare le materie STEAM, la didattica può essere notevolmente favorita da esperienze pratiche veicolate anche da supporti fisici, quali oggetti e sussidi creati ad hoc per uno specifico argomento.
Inoltre, il sempre maggiore numero di studenti con bisogni speciali presenti nelle classi impone all’insegnante un approccio inclusivo, che determina un ripensamento della didattica volto a favorire i processi di apprendimento di tutti gli studenti.

Sussidi stampati in 3D per la matematica

E veniamo ora a individuare cinque sussidi per il supporto all’insegnamento della matematica.

1) Frazioni a spicchi

Questo kit di stampa 3D permettono di materializzare il concetto di frazione in quello di fette di pizza (volendo anche di colore diverso). L’uso del kit permette agli studenti di distinguere concretamente tra numeratore e denominatore e di prendere confidenza con il mondo delle frazioni proprie, improprie ed apparenti.
Questo modello è caricabile da Thingiverse (una piattaforma dove sono archiviati tantissimi progetti scaricabili gratuitamente) qui. Un altro modello lo trovate qui.

Sussidio stampato in 3D per lo studio delle frazioni

 

2) Volume di un solido da integrazione di superfici

Solido a base circolare formato da 20 prismi triangolari equilateri. La scomposizione del corpo geometrico 3D in slices regolari introduce il concetto di volume di un solido come integrazione di superfici generate dalla sezione successiva del corpo stesso.
Il modello 3D permette agli studenti di approcciarsi manualmente al concetto di integrazione creando il solido a partire dall’assemblaggio dei prismi.
Scaricabile da Thingiverse qui.

Sussidi stampati in 3D per i volumi

3) Teorema di Pitagora

Puzzle 3D che riproduce le geometrie utili alla comprensione del teorema di Pitagora. La combinazione dei pezzi stampati permette la visualizzazione dell’enunciato facilitandone la comprensione. Gli studenti possono coprire l’area del quadrato costruito sull’ipotenusa di un triangolo rettangolo a partire dalla somma (cioè dall’incastro fisico) delle geometrie che costituiscono i quadrati che hanno per lato i cateti di suddetto triangolo.
Scaricabile da Thingiverse qui.

4) Area dell’esagono

Modello 3D di un esagono componibile da sei triangoli equilateri, interconnessi tra loro da una piccola calamita situata in una cavità laterale di ogni triangolo. Assemblandolo, gli studenti possono dimostrare che si tratta di un esagono regolare e calcolarne l’area.
Scaricabile da Thingiverse qui.

Modello in 3D di sussidio per lo studio dell’area dell’esagono

5) Frazioni BES (non vedenti)

Maneggiando gli spicchi (contrassegnati in Braille) corrispondenti alle frazioni, gli alunni non vedenti potranno rendersi conto della corrispondenza tra frazioni: per esempio, impilando due pezzi da 1/8 sopra ad uno spicchio da 1/4. Inoltre è possibile sommare e sottrarre diversi spicchi inserendoli sul piatto che rappresenta l’intero.
Scaricabile da Thingiverse qui.
Sul manuale FABsussidiario® potrete trovare molti altri suggerimenti.
Seguiteci per scoprire i sussidi per le altre materie STEAM!
2018-11-23T12:00:23+00:0026 novembre 2018|scuole|

Scrivi un commento